Blog

“Anima Mundi” l’opera realizzata da Michele Dibari e Elena Prosperi finalista alla V edizione del Premio Internazionale GAeM

l Premio Internazionale GAeM, ideato e curato da Linda Kniffitz e Daniele Torcellini, giunto alla quinta edizione, ha la finalità di promuovere le molteplici forme del mosaico che una contemporaneità come l’attuale, ben in grado di reinventare e rimescolare le carte, mette in luce sia nelle sue espressioni legate all’utilizzo dei materiali e delle tecniche conformi alla tradizione storicasia nelle espressioni più metaforiche e concettuali, che si avvalgono di materiali e tecniche inedite e inconsuete.

Il mosaico come tecnica e il mosaico come estetica.

Il Premio Internazionale GAeM ha così l’obiettivo di valorizzare quelle ricerche artistiche che si relazionano alle pratiche e alle logiche costitutive, formali e poetiche del linguaggio musivo, per offrire loro un naturale contesto di visibilità, sviluppo ed elaborazione in una città – Ravenna – la cui identità è strettamente legata al mosaico.

Il concorso, aperto a tutti gli artisti di età inferiore ai 40 anni, in questa edizione ha visto aggiungersi, ai due premi già assegnati nelle edizioni precedenti, Premio Mosaico Orsoni e Premio Nicola Cingoli, il Premio CNA Progetto Mosaico per il progetto di un cosiddetto “cartone preparatorio”, un bozzetto di un’opera la cui traduzione a mosaico è stata eseguita in collaborazione con Koko Mosaico, laboratorio associato CNA e il Premio Biennale del Mosaico, per una mostra personale allestita presso la galleria ravennate MAG – Magazzeno Art Gallery.

La commissione, presieduta dal Direttore del MAR, Maurizio Tarantino, ha selezionato venti opere, tra le sessantotto candidature pervenute, esposte in una mostra collettiva negli spazi di Palazzo Rasponi.

Si tratta di opere in parte ascrivibili ad un’adesione convinta ai canoni consolidati di un’arte millenaria (tra le quali è stato assegnato il Premio Mosaico Orsoni) e in parte svincolate dall’ortodossia, per una ricerca condotta fino ai limiti formali della tecnica musiva (tra le quali è stato invece assegnato il Premio Nicola Cingoli). La mostra ha presentato infine anche l’opera pittorica selezionata per il premio CNA Progetto mosaico, accanto alla sua traduzione musiva, motivo di ricordo della mostra inaugurata nel 1959 a partire da un progetto di Giuseppe Bovini, affiancato da Giulio Carlo Argan e Palma Bucarelli, che ha visto un nutrito gruppo di artisti italiani e internazionali confrontarsi con le maestranze musive della città.

http://www.mar.ra.it/ita/Mostra/GAeM

I mosaici di Leonardo da Vinci donati a Andrea Bocelli, Sumi jo e Jing Tan.

In occasione della prima edizione del premio “Il Genio In – Canto”, svoltasi a Vinci nell’ambito delle celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, l’amministrazione comunale di Vinci e quella di Cerreto Guidi hanno conferito al tenore Andrea Bocelli l’importante riconoscimento, per aver contribuito a far conoscere, attraverso il canto e la sua voce, la Toscana e l’Italia nel mondo.

Tra i premi conferiti al tenore, non solo una splendida riproduzione eseguita magistralmente dalle Dame dell’Uncinetto di Cerreto Guidi, ma anche un ritratto del Genio, realizzato in mosaico vetroso e lapideo (marmo bianco di Carrara) realizzato da Elena Prosperi e Michele Dibari (Bottega di Mosaico).

Durante la serata, organizzata con la collaborazione di Don Donato e don Antonio Wang, sono state inoltre premiate la soprano Sumi Jo, celebre e ricercata in tutto il mondo, e la cantante cinese Jing Tan, insignita “Ambasciatrice Culturale della Nazione cinese”: ad entrambe sono stati conferiti riconoscimenti ufficiale, tra i quali una targa con il ritratto di Leonardo da Vinci realizzato in mosaico.

Da Leonardo a Zeffirelli e Warhol, le opere di MusE Gioielli e Elena Prosperi a Firenze ‘Musiwa 19’

La decima edizione di Musiwa si coniuga a Weeks. In programma nel Museo Mediceo e nella Limonaia di Palazzo Medici Riccardi dall’8 giugno al 20 luglio 2019, Musiwa sarà inaugurata sabato 8 giugno, alle 11, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni e con 40 artisti nazionali e internazionali, tra pittori, scultori e mosaicisti, nella Galleria delle Carrozze.


A Firenze, dunque, la prestigiosa rappresentanza internazionale del design della pittura, della total art e del mosaico internazionale. Francesco Chimienti è l’Art director dell’iniziativa in collaborazione con Florence Week Design, Musiwa Mood International.

L’iniziativa è patrocinata da Città Metropolitana di Firenze, Regione Toscana e Comune di Firenze.

Musiwa si propone anche quest’anno come coniugata al contemporaneo nel cuore di una grande città, accessibile a tutti, offrendo l’opportunità al pubblico di informarsi sulle varie tendenze artistiche in un’atmosfera informale, di convivio, d’incontro tra maestri del mosaico e artisti delle altre discipline visive, in maniera interattiva.
L’omaggio a Grandi Maestri sarà allestita in una sezione specifica dove saranno esposte opere di Franco Zeffirelli, Giuseppe Menozzi, Luca Alinari, Beppe Ciccia, le opere di Regina Shrecker e una sorpresa su Andy Warhol. Dalla Cina una qualificata presenza istituzionale e ad alto livello governativo de ChengDu e degli artisti delle sue accademie.
Ma ci sarà spazio anche per ‘Commemorando Leonardo’, in collaborazione con Consorzio di Bonifica 3 e Facolta di Architettura che hanno curato il restauro del Ponte di Ramajolo attribuito al genio.
Un incontro, dunque, con le nuove visioni, aperto a contaminate multimedialità, come dimostra la partecipazione di numerosi giovani validi artisti cinesi; uno scambio per superare le difficoltà di chi “guarda” e opera sulle vie di questa ricerca avendo però saldo il legame con il passato.
L’arte è contemporanea, spiega Chimienti, e ne “viene presentata la total, quella che può parlare alla nostra anima e dare un senso del proprio tempo, per superare la difficoltà di chi guarda alle vie di quest’arte, cercando una propria identità culturale. Non è una strategia d’indagine, una sponsorizzazione indiscriminata del nuovo o dell’attuale, ma un percorso che catalizza verso ciò che ci appartiene e che diverrà “passato” e tradizione”.

Musiwa Week permette l’incontro tra entità autonome, parti interessate nel mondo dell’arte, la creazione di una nuova sezione di visione con l’Arte Contemporanea il design e l’Essere Mosaico con il proprio carattere libero ed emancipato.

https://www.cittametropolitana.fi.it/da-leonardo-a-zeffirelli-e-warhol-arriva-a-firenze-musiwa-19/

Il mosaico di due artisti di Lazzeretto in regalo al Papa

Nelle scorse settimane, nel corso di un’udienza in Vaticano, è stato consegnato al Papa uno splendido quadro a mosaico che lo ritrae. Lo hanno realizzato Elena Prosperi e il compagno (anche nella vita) Michele Dibari, che dal maggio 2017 hanno aperto in Via 2 Settembre, a Lazzeretto, “Art Lab”, un’originale e apprezzata bottega di mosaico.

Artistas italianos y espirituanos obsequian mural a Sancti Spíritus

Fruto del intercambio cultural entre Italia y Cuba, artistas de ambos países agasajan a la ciudad en su cumpleaños 500 Rebeldes con fusiles en alto sobresalen en los primeros planos  del mural alegórico a la liberación de Sancti Spíritus, creado por manos italianas y espirituanas en el contexto festivo por los 500 años de la ciudad.

X